the REAL italianTransGenders GIRLS community!

REAL border line between TG GIRLS and all the rest (admirers, fakes, wannabe, lamers, gay man, bears in nylons & so on). Every one is welcome in our community, BUT ONLY REAL TG GIRLS can cross the border line to gain the "show set"!

martedì, febbraio 14, 2006

Matrimonio gay, elisir di lunga vita

Matrimonio gay, elisir di lunga vita
Le unioni, sia etero che omosessuali, fanno bene a morale e salute; in più, il riconoscimento sociale dei secondi aiuta a migliorare anche la stabilità delle coppie gay

REGNO UNITO – Il matrimonio (perlomeno nei primi anni) fa bene alla salute – sia fisica che mentale – di chi lo contrae. Lo sostengono medici e psicologi, da sempre. Ed è proprio la scienza a spiegarci oggi che, a quanto pare, questo benefico effetto dell'unione ufficiale e riconosciuta tra due individui non riguarda solo le coppie eterosessuali, ma anche quelle omosessuali.
SALUTE E STABILITÀ - In una ricerca appena pubblicata sul Journal of Epidemiology and Community Health il professor Michael King, della University College Medical School, sostiene infatti che il matrimonio dà benefici di salute sia agli uomini che alle donne, specificando chiaramente che i medesimi benefici scaturiscono altresì dalle unioni omosessuali. E non si tratterebbe semplicemente di effetti sulla felicità o sul benessere della coppia, bensì di «importanti risvolti in termini di malattie cardiovascolari e altri problemi», ha dichiarato King. Ma non è tutto. Più importante ancora – insiste il professore – è il fatto che le unioni civili hanno anche altri «effetti collaterali» di non poca rilevanza: il riconoscimento sociale dei matrimoni tra persone dello stesso sesso aiuta infatti ad abbattere i pregiudizi e a migliorare la stabilità delle coppie, nonché a ridurre l'esclusione sociale spesso inflitta a gay e lesbiche.
COME ELTON JOHN - Le unioni civili sono state introdotto nel Regno Unito alla fine dello scorso anno, sull'esempio di Olanda, Belgio, Spagna, Australia e Canada, che già hanno riconosciuto alle coppie omosessuali gli stessi diritti di cui da sempre godono le coppie di sposi eterosessuali. Elton John e David Furnish – uniti civilmente dalla fine dello scorso anno – sono stati i primi, più celebri, beneficiari della nuova legislazione britannica.
Alessandra Carboni