the REAL italianTransGenders GIRLS community!

REAL border line between TG GIRLS and all the rest (admirers, fakes, wannabe, lamers, gay man, bears in nylons & so on). Every one is welcome in our community, BUT ONLY REAL TG GIRLS can cross the border line to gain the "show set"!

martedì, febbraio 14, 2006

Il vero oro olimpico del pattinaggio: Dalla caduta alla medaglia d'argento l'incredibile gara di Zhang e Zhang

Pattinaggio artistico, la favola degli Zhang

Nella terza giornata dell’olimpiade di Torino - dove Usa e Russia si sono divisi le medaglie - è la gara della sera a riservare la sorpresa più clamorosa. Una incredibile performance nel pattinaggio artistico di figura dei cinesi Dan e Hao Zhang. Dopo una brutta caduta di Dan sul primo salto lanciato (un quadruplo Salchow), la pattinatrice è rimasta dolorante in pista. La donna, con grande coraggio e determinazione ha poi ripreso la gara regalando una esibizione di altissimo livello, conquistando assieme con l'argento, un calorosissimo, lungo, applauso del pubblico entusiasta.
PATTINAGGIO - L'oro è andato ai russi Tatiana Totmianina e Maxim Marinin, bicampioni del mondo che hanno superato due coppie cinesi. Il bronzo è andato a Xue Shen e Hongbo Zhao, che hanno imprevedibilmente migliorato la loro quinta posizione dopo il programma corto, mentre gli altri cinesi, Quing Pang e Jian Tong, hanno confermato il quarto posto ottenuto dopo la prima prova. Grande delusione per l'altra coppia russa, composta da Maria Petrova e Alexei Thikonov, che con un programma libero davvero disastroso (117.42) è passata dal terzo posto provvisorio del corto a un deludente quinto finale, scavalcata dalla seconda e dalla terza coppia cinese. Totmianina-Marinin hanno ottenuto un 204.8 (135.84 il punteggio del libero) complessivo nonostante un'incertezza su un salto lanciato, gli Zhang un 189.73 (125.01) e Shen-Zhao 186.91 (124.59).

I due pattinatori cinesi protagonisti di una serata memorabile
Lei prima cade e si fa male, poi riprende e conquista il secondo posto
Dalla caduta alla medaglia d'argento l'incredibile gara di Zhang e Zhang

Dan Zhang finisce contro la balaustra
TORINO - Le Olimpiadi sono ancora lunghe, ma difficilmente assisteremo a un'altra gara emozionante come la finale del pattinaggio di figura svoltasi questa sera al Palavela. Protagonista assoluta, la coppia cinese Dan e Hao Zhang, tra le grandi favorite per la medaglia d'oro. I due atleti, che portano lo stesso cognome ma solo per un caso di omonimia, sono scesi in pista per ultimi nel programma libero quando al primo posto in classifica c'erano i fortissimi russi Totmianina e Marinin. Per sperare di vincere avrebbero dovuto eseguire una gara perfetta e di alto valore spettacolare.

I due cinesi cercano la concentrazione, danno il via alle note musicali e poi subito alla prima evoluzione acrobatica commettono un errore clamoroso: il gigante Hao lancia in alto la minuta Dan che inizia a girare e rigirare finché non atterra scomposta sul ghiaccio. La pattinatrice sbatte male il ginocchio e dopo una lunga e goffa scivolata finisce violentemente contro la balaustra. Le telecamere stringono impietose sul suo volto ed è difficile capire se la tetra maschera che ha stampata sul viso è dovuta al dolore fisico o alla consapevolezza di aver compromesso anni di sacrifici.

Dan Zhao prova a rialzarsi e accenna a qualche passo di danza sui pattini, ma vacilla, sbanda: mentre Hao cerca di consolarla torna alla balaustra per chiedere consiglio al suo allenatore, che la spinge al centro della pista. Il regolamento in questi casi prevede la possibilità di una pausa di due minuti prima di riprendere il programma da dove lo si è interrotto. Il tempo scorre e Dan appare ancora bloccata dal dolore. Poi, di scatto, riparte insieme al suo compagno a tempo di musica.

I due infilano numeri su numeri, uno dietro l'altro, uno più spettacolare dell'altro. Un'esecuzione splendida, macchiata solo da una piccola sbavatura sul finale. Essere riusciti a completare il programma sembra già un'impresa, ma quando sui monitor si accendono i voti della giuria si compie il miracolo: il giudizio è di 125,01, che aggiunti ai punti ottenuti nella prima prova con il programma corto porta la media finale a 189,73, quanto basta per conquistare una incredibile medaglia d'argento.